Home / Area stampa / Cerimonia di consegna del Pastorale a Monsignor Coletti

Cerimonia di consegna del Pastorale a Monsignor Coletti

Cerimonia di consegna del Pastorale a Monsignor Coletti
Al Bassone i detenuti e i volontari insieme a Daniela Maroni hanno salutato il Vescovo emerito
Il 4 dicembre, ad Alzate Brianza, saranno messi in vendita i bastoni del Bassone

Un giro nel laboratorio di intaglio, un saluto ai detenuti, un abbraccio fraterno e l’impegno di tornare all’interno della casa circondariale per stare un po’ con loro. Lo ha dichiarato Monsignor Diego Coletti, oggi in visita alla struttura, insieme al Consigliere Segretario Daniela Maroni, ideatrice del progetto che ha visto la realizzazione del laboratorio di intaglio all’interno del carcere del Bassone.

Una cerimonia privata con una decina di detenuti, il direttore della struttura Carla Santandrea, il comandante della polizia penitenziaria, Cristina Maria Cobetto Ghiggia e il suo vice, Maria Manzella, il Presidente di Ersaf, Elisabetta Parravicini e il Presidente dell’Associazione MASCHERA di Schignano, Battista Peduzzi, accompagnato da Pompeo Peduzzi e il Cappellano, Padre Giovanni.

La mattinata infatti, oltre a essere un saluto da parte dei detenuti a Monsignor Coletti, è stata promossa dal Consigliere Segretario Daniela Maroni, per procedere alla consegna del Pastorale che accompagnerà il Vescovo emerito nelle giornate che trascorrerà in Valle d’Intelvi.

Un momento di solidarietà e di preghiera che ha visto, ancora una volta Monsignor Coletti, attento ai bisogni degli uomini. – commenta il Consigliere Segretario Daniela MaroniLe sue parole sono andate dritte al cuore perché ha compreso lo sforzo e l’impegno che ognuno di loro sta facendo per ritrovare una ragione di vita. Con i laboratori intendiamo sottolineare proprio questo aspetto: il carcere deve rieducare, il carcere deve ridare fiducia e rafforzare un senso civico. Sono orgogliosa di avere portato a termine il progetto, meglio la prima fase dell’iniziativa. Intendiamo continuare e proseguire su questa strada”.

Il bastone, realizzato con un legno di castano, dei boschi di Schignano, è stato lavorato dai volontari artigiani e dai detenuti che hanno partecipato al laboratorio.

Da annotare in agenda l’appuntamento del 4 dicembre al Palazzetto di Alzate Brianza, in occasione della Giornata della solidarietà, un corner per la vendita dei bastoni del Bassone, già presenti anche in alcuni rifugi del circuito Assorifugi Lombardi.

Share Button

Check Also

Daniela Maroni contro ogni forma di bullismo

Daniela Maroni contro ogni forma di bullismo nella scuola, ma anche nella società “Una condanna …