Home / News dall'aula / Approvate le modifiche alla nuova legge sul turismo

Approvate le modifiche alla nuova legge sul turismo

Pro loco e Agenzie di viaggio nessuna concorrenza e, intanto, la legge regionale oggi in Aula si adegua alle indicazioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Classificazione omogenea delle strutture ricettive a livello nazionale e realizzazione di strutture all’interno dei parchi è consentita solo in conformità agli strumenti di pianificazione del parco, sono solo alcuni dei punti affrontati in Aula.

Il Consiglio regionale oggi ha così approvato a maggioranza la legge che ha apportato modifiche al dispositivo normativo sul turismo dello scorso mese di ottobre.

“È stato reintrodotto – commenta il Consigliere Segretario Daniela Maroni – il comma che prevedeva, per le associazioni Pro loco, di organizzare escursioni e attività ricreative, culturali e turistiche esclusivamente nell’ambito del proprio territorio comunale e in quelli contigui a eccezione delle iniziative attuate con altre associazioni analoghe per favorire reciproci scambi, gemellaggi e collaborazioni. Al di fuori di tali casi le pro loco devono avvalersi di agenzie di viaggio e turismo autorizzate”.

Nello specifico la Presidenza del Consiglio dei ministri ha inteso garantire una classificazione omogenea delle strutture ricettive sul territorio nazionale coordinandosi con le altre Regioni e con il Governo. Il provvedimento, inoltre, condivide l’esigenza di un coordinamento per la rilevazione dei flussi turistici  sul territorio nazionale. È stato chiarito che la realizzazione di strutture all’interno dei parchi è consentita solo in conformità agli strumenti di pianificazione del parco e previo nulla osta dell’ente gestore. Quanto al nodo relativo ai finanziamenti alle strutture che abbiano ricavi non legati esclusivamente all’attività turistica: “Si prevede che vengano scomputate dal calcolo dei ricavi le entrate relative, oltre alle attività conseguenti a calamità naturali o altri eventi determinati da disastri naturali o incidenti di particolare rilevanza o altresì in esecuzione di specifici provvedimenti coattivi anche quelle riconducibili ad esigenze di ordine e di sicurezza pubblici, specificamente per garantire l’accoglienza delle forze dell’ordine.

 

Share Button

Check Also

Como avrà finalmente la sua tangenziale? Daniela Maroni ci prova

Como potrebbe avere la sua tangenziale contrariamente a quanto previsto dal Ministro Del Rio Passa …