Home / Archivio / Non possiamo regalare la caserma di Via Borgovico agli immigrati
Daniela Maroni

Non possiamo regalare la caserma di Via Borgovico agli immigrati

Non possiamo regalare la caserma di Via Borgovico agli immigrati.
Pensiamo alle persone sole, a quelle con difficoltà, agli anziani, ai disoccupati, per loro niente aiuti?
Pazzesco, dobbiamo lottare e dire basta .
Nessuna arroganza politica, ma una replica doverosa per aiutare il territorio.

“Non voglio alimentare paura e tanto meno allarmismi, non voglio alzare lo scudo come se la polemica dell’immigrazione diventi una crociata razzista. – commenta il Consigliere Segretario Daniela Maroni – Voglio solo dire basta all’Italia, al suo Governo centrale che sembra essere sordo di fronte alle richieste dei Governatori del Nord.”

“Sottolineo che il Presidente della Provincia deve reagire alla follia di un centro di accoglienza in pieno centro, vicino ad una scuola e a una serie di residenze abitative. Non ne faccio solo una questione di sicurezza, ma di salute pubblica. Non dimentichiamoci che sono già centinaia i casi di scabbia riscontrati in Stazione Centrale a Milano e a Roma Tiburtina. Siamo stanchi e il territorio è al collasso. La gestione degli sbarchi è un problema europeo, insieme dobbiamo ragionare su politiche e strategie. Noi non possiamo accettare supinamente che anche altri Stati dicano la loro ritirandosi però di fronte alle richieste di ricevere gli immigrati.”

“So bene che, chi arriva in Italia, vuole continuare il “viaggio della speranza” verso il Nord Europa, ma, nel frattempo, il nostro Paese diventa un’ancora di salvezza, una tappa obbligata e noi non siamo in grado di far fronte a un’emergenza di così grande dimensione.”

Daniela Maroni, Consigliere Segretario, condivide la posizione della Lega Nord in materia di immigrazione e non è d’accordo con le scelte del Presidente della Provincia di Como, di organizzare gli alloggi per accogliere, da fine mese, i profughi. Il Consigliere ritiene la posizione di Maria Rita Livio un segno di debolezza.

“Mentre i comaschi aspettano da anni un alloggio popolare, queste persone arrivano e trovano una sistemazione. Penso anch’io che sia un tradimento e io mi sento tradita dalle istituzioni locali.” – conclude Daniela Maroni.

Share Button

Check Also

Dogana Italia Svizzera

Dogane chiuse di notte Drezzo, Bizzarone e Ronago a rischio chiusura serale

Dogane chiuse di notte? È una follia. Tuona così il Consigliere Segretario Daniela Maroni di …