Home / Archivio / Daniela Maroni in visita al carcere del Bassone per il progetto delle stampanti 3D. Arrivato il finanziamento per l’acquisto di attrezzature
il progetto delle stampanti 3D

Daniela Maroni in visita al carcere del Bassone per il progetto delle stampanti 3D. Arrivato il finanziamento per l’acquisto di attrezzature

Questa mattina il Consigliere Segretario Daniela Maroni ha fatto visita al carcere del Bassone per incontrare i deternuti e la Presidente della Cooperativa Impronte di Libertà, Antonella Capilvenere.

Il Consigliere Segretario ha infatti concluso con successo il primo step del progetto delle stampanti 3D in quanto si è fatta portavoce dell’iniziativa nelle sedi istituzionali.

“L’ho promesso alla struttura carceraria e agli educatori qualche mese fa e oggi ho finalmente avuto la notizia che il progetto può prendere forma. – spiega il Consigliere Segretario Daniela Maroni – Grazie all’impegno delle istituzioni, che hanno dimostrato grande sensibilità, sono riuscita a raccogliere i fondi necessari per acquistare nuove stampanti 3D.”

L’iniziativa permetterà così di installare altre stampanti di ultima generazione per la realizzazione di oggetti di diversa natura che saranno venduti all’interno del Tribunale di Como.

“Il progetto delle stampanti 3D è certamente un’iniziativa ammirevole che ha avviato un percorso di riabilitazione e di riqualificazione della vita carceraria. – conclude Daniela Maroni – Ci sono mote persone all’interno del carcere, persone che hanno sbagliato, ma con una gran voglia di rimettersi in gioco, di imparare a lavorare, di riappropriarsi della propria vita”.

Share Button

Check Also

Dogana Italia Svizzera

Dogane chiuse di notte Drezzo, Bizzarone e Ronago a rischio chiusura serale

Dogane chiuse di notte? È una follia. Tuona così il Consigliere Segretario Daniela Maroni di …