Home / Archivio / A Bosisio Parini il convegno Revolving Doors presso “La nostra famiglia”
convegno Revolving Doors, Daniela Maroni

A Bosisio Parini il convegno Revolving Doors presso “La nostra famiglia”

A Bosisio Parini è in corso un importante evento sul tema della formazione per giovani a rischio di esclusione dal mondo del lavoro.

L’evento, rivolto a Centri di Formazione Professionale, Scuole ed Enti che si occupano di istruzione e formazione vuole raccontare l’esperienza appena conclusa costituita dal progetto “Revolving Doors“, che ha impegnato alcuni giovani disabili in due corsi di 520 ore.

Si tratta di un nuovo approcio, che promuove motivazione e partecipazione e che vuole portare al raggiungimento della qualità della vita ottimale.

“Faccio i miei più sentiti complimenti all’Associazione “La Nostra Famiglia”, da sempre un esempio di eccellenza per il nostro territorio, e a tutti coloro che hanno creduto, realizzato e profuso il loro massimo impegno in questa interessante iniziativa, che dà a tutti noi la possibilità di condividere, attraverso il convegno di oggi, un sistema all’avanguardia.”

Il diritto all’istruzione, alla formazione e al collocamento nel mondo del lavoro per i giovani, soprattutto in un momento economico così delicato, è certamente fondamentale.
Garantire, poi, questa possibilità anche agli allievi diversamente abili costituisce, oltre che un sostegno concreto per difendere il loro futuro e una loro responsabilizzazione, anche un vero esempio di civiltà: infatti, grazie a questo progetto, si valorizza realmente il capitale umano nelle sue diverse espressioni e potenzialità, dando ai ragazzi la speranza di credere nel futuro.

I giovani, diversamente abili o normodotati SONO il nostro futuro e, in particolare quando sono più fragili, vanno spronati e incoraggiati a credere in se stessi, ad avere fiducia nelle proprie capacità e a prefiggersi degli obiettivi chiari: così come non dobbiamo creare in loro false illusioni, è altrettanto fondamentale convincerli che la strada della vita non è fatta solo di percorsi impossibili, sempre in salita o riservati ai più furbi; e noi come genitori, come insegnanti, come educatori, abbiamo il dovere di indicare la strada giusta per dare un indirizzo al loro futuro, perché non esiste situazione peggiore che assistere impotenti all’amputazione di un’anima.

Regione Lombardia è sempre molto attenta e vigile al tema e l’opportunità del bando “Lombardia Plus”, per cui faccio i miei più complimenti all’Assessore Valentina Aprea, e di cui i vari soggetti coinvolti a diverso titolo qui oggi hanno saputo cogliere l’essenza, perché è volto a confermare la volontà di sperimentare modelli innovativi per raggiungere la superlatività nella formazione, ne costituisce l’esempio.

Share Button

Check Also

Dogana Italia Svizzera

Dogane chiuse di notte Drezzo, Bizzarone e Ronago a rischio chiusura serale

Dogane chiuse di notte? È una follia. Tuona così il Consigliere Segretario Daniela Maroni di …