Home / Archivio / Daniela Maroni interviene a favore dei frontalieri

Daniela Maroni interviene a favore dei frontalieri

Intervento Consigliere Segretario Daniela Maroni in tema di lavoratori frontalieri e di ristorni ai Comuni di frontiera.

L’ accordo tra la Svizzera e l’Italia, in merito ai lavoratori frontalieri e alla compensazione finanziaria a favore dei Comuni italiani di confine, del 3 ottobre 1974, verrà presto sostituito con un nuovo accordo che, con molta probabilità, troverà applicazione nel 2018.

Con questa mozione vogliamo tenere alta la soglia di attenzione sulla situazione economica delle zone di confine, chiediamo al nostro Governatore e alla Giunta tutta, di sensibilizzare il Governo affinché, come evidenziato anche dal dott. Vieri Ceriani, durante l’audizione in Commissione speciale rapporti tra Lombardia e la Confederazione elvetica, si provveda alla convocazione degli enti locali di confine, nella fase di stesura del testo giuridico che sarà poi firmato con la Svizzera, con l’obiettivo di comprendere nel testo tutti gli aspetti specifici delle realtà confinanti.

Chiediamo di trattare con molta competenza e lungimiranza la questione della tassazione dei frontalieri, evitando un innalzamento dell’imposizione fiscale.

Il nuovo accordo prevederà una ritenuta fiscale del 70% praticata nello Stato in cui sarà esercitata l’attività lavorativa, in questo caso, la Svizzera. Il restante, invece, verrà tassato nel paese di residenza, in questo caso l’Italia.
Con il nuovo sistema della doppia tassazione sui frontalieri, la pressione fiscale verrà mantenuta invariata con un adeguamento per la parte italiana che verrà diluito in un arco di 10-15 anni.

Si tratta di una partita di fondamentale importanza per tutta la fascia di frontiera sia per la portata economica degli attuali ristorni, consistente in 60 milioni di euro all’anno e destinata a Comuni e Province di frontiera, sia per il fatto che la tassazione alla fonte interessa ben 62mila lavoratori italiani – e quindi 62mila famiglie – di cui 20mila comaschi, 25mila varesini e i restanti sondriesi e piemontesi.

Share Button

Check Also

Dogana Italia Svizzera

Dogane chiuse di notte Drezzo, Bizzarone e Ronago a rischio chiusura serale

Dogane chiuse di notte? È una follia. Tuona così il Consigliere Segretario Daniela Maroni di …