Home / Archivio / “Non esistono ragazzi cattivi”, grande risultato per il convegno che ho proposto in Regione

“Non esistono ragazzi cattivi”, grande risultato per il convegno che ho proposto in Regione

CONVEGNO “NON ESISTONO RAGAZZI CATTIVI” – PALAZZO PIRELLI, 1 DICEMBRE 2014

logo convegno

Un Convegno a gonfie vele, entusiasmo e concretezza di alcune realtà fantastiche che riscoprono i nostri ragazzi come linfa vitale della nostra società.

Sono entusiasta di questo incontro interattivo che ha messo a confronto i giovani con le loro storie difficili e di successo. Un incontro sentito, appassionato e partecipato dove gli studenti hanno interagito con grande attenzione e dove non si sono distratti per un attimo, nemmeno per guardare il cellulare! Testimonianze che hanno toccato il cuore, che ci hanno emozionato e fatto riflettete su quanto sia fondamentale il ruolo degli adulti nella crescita dei nostri ragazzi. Grazie al lavoro immenso delle comunità, degli educatori e di tutti coloro che hanno avuto il coraggio e la dignità di affrontare il tema del disagio giovanile. Grazie perché questo incontro ha fatto riflettere soprattutto gli adulti, artefici del futuro dei nostri figli. Questo e’ solo l’inizio di una lunga avventura di sensibilizzazione.

Ringrazio la Comunità di Don Claudio Burgio, cappellano del carcere Beccaria di Milano e fondatore di Kayròs, comunità di recupero di giovani usciti dal carcere. Un cuore che batte per ragazzi “difficili”, spesso definiti impropriamente bulli o cattivi. Invece sono storie di fragilità, di ascolto mancato, di ricerca disperata di identità. Jaysi rubava e viveva in un hotel abbandonato, ora sogna di avere una famiglia e un lavoro; Jacopo che da civile e’ diventato penale per una rapina a mano armata per dimostrare che anche lui “ci sapeva fare”; Libasse, senegalese, arrivato col barcone dopo 13 giorni via mare pensa a studiare e ad aiutare il prossimo; Alexis, sudamericano, faceva parte delle bande dei latinos, ora vive nella comunità di Don Claudio e vuole trovare la sua strada. Tutti stanno imparando a fidarsi e ad affidarsi a chi vuole veramente il loro bene.

L’intervento di Alessandro Mele è stato molto emozionante e di grande respiro, il pensiero di questa tavola imbandita con più di cento ragazzi ha suscitato grande gioia in platea. Una delle molte attività dell’associazione Cometa è quella di inserire giovani ad alto valore aggiunto (con formazione professionale specifica) nel settore del turismo: esperienze testimonianze e strumenti giuridici d’avanguardia nate dalla collaborazione tra la Scuola Oliver Twist di Cometa, e le principali aziende del settore.

Un intervento ficcante e centrato quello proposto dal Dott. Luca Mingarelli de “La Rosa dei Venti”, Onlus di Como. Analisi che ha grattato in superficie facendo emergere delle verità che spesso non si percepiscono semplicemente guardando i contenitori di ogni individuo, di ragazzi che hanno solo bisogno di una guida, di come si gestiscono i confini, di ragazzi che hanno bisogno di incontrare uno sguardo adulto, uno sguardo che comprenda e li guidi. Ragazzi che vorrebbero essere autonomi ma che ancora non lo sono e necessitano del nostro aiuto di Adulti.

convegno platea

Il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Raffaele Cattaneo ha inviato un messaggio video di grande afflato e sensibilità, da sempre anche lui molto vicino alle tematiche della famiglia e della valorizzazione dei nostri ragazzi.

All’evento purtroppo il Governatore Roberto Maroni non ha presenziato perché ha dovuto fare gli onori di casa alla Conferenza Eusalp a Palazzo Lombardia, ma ha inviato un messaggio di forte incoraggiamento per tutti i ragazzi ed elogiando l’operato e l’impegno dedicato dalla sottoscritta per questa iniziativa.

“Sono lieto di rivolgere il mio messaggio di saluto ai partecipanti al convegno sul tema “Non esistono ragazzi cattivi”.

Un adolescente è un po’ come un foglio di carta bianco che, con il passare degli anni, si colora dei tratti e delle esperienze che la vita gli offre. Non sempre queste esperienze sono positive. Ma in ogni adolescente c’è una speranza: quella di un futuro vicino alle sue aspirazioni.

Trovo significativo che in questa occasione – aperta ai ragazzi – a parlare di disagio, e non solo di disagio, siano gli stessi adolescenti. Solo tra coetanei ci si capisce al volo. Solo i ragazzi che hanno vissuto, per esempio, i drammi della delinquenza o dell’abbandono possono raccontare come ci si sente realmente quando capita di finire ai margini della società.

In questo senso il titolo del convegno è vero: non esistono ragazzi cattivi. Esistono solo ragazzi in difficoltà che vanno aiutati a crescere, a migliorarsi, a credere nella bellezza della vita.

Ringrazio i ragazzi di Kayros – la Comunità di don Burgio, cappellano del carcere minorile Beccaria di Milano – la Comunità di accoglienza di Como La Cometa e la comunità dei Padri Somaschi di Como e di Lecco, sia per il loro prezioso lavoro sul territorio, sia per averci dato la possibilità di ascoltare questi ragazzi.

Ringrazio, infine, chi più di tutti ha voluto la giornata di oggi, Daniela Maroni, che in questa legislatura regionale si è già distinta come uno dei Consiglieri più attivi e sensibili ai bisogni delle persone più fragili.

Auguro a tutti un proficuo lavoro“.

Di seguito,  propongo link a delle interviste realizzate dai media a margine del Convegno:

http://taste.eyetaste.mobi/eyetaste/home/shared/740

http://familylife.tgcom24.it/2014/12/02/non-esistono-ragazzi-cattivi/

Share Button

Check Also

Dogana Italia Svizzera

Dogane chiuse di notte Drezzo, Bizzarone e Ronago a rischio chiusura serale

Dogane chiuse di notte? È una follia. Tuona così il Consigliere Segretario Daniela Maroni di …