Home / Archivio / Revisione nomenclatore tariffario di protesi, ortesi e ausili. Mozione approvata all’unanimità dal Consiglio

Revisione nomenclatore tariffario di protesi, ortesi e ausili. Mozione approvata all’unanimità dal Consiglio

“Impegnare la Giunta regionale a promuovere presso il Ministero della Salute la revisione del nomenclatore tariffario di protesi, ortesi e ausili al fine di permettere a tutti i cittadini disabili di accedere a dispositivi tecnologici avanzati e a progetti riabilitativi ed assistenziali all’avanguardia”. Sono queste le richieste principali contenute nella mozione n.312 ‘Sostegno appello per la revisione del Nomenclatore tariffario di protesi, ortesi e ausili – D.M 332/99’ approvata all’unanimità questo pomeriggio dal Consiglio regionale lombardo.

MASSIMA ATTENZIONE – “Gli Uffici della Direzione generale Salute – ha spiegato il vice presidente e assessore alla Salute Mario Mantovani – approfondiranno e valuteranno la percorribilità e la sostenibilità di ogni possibile azione finalizzata all’aggiornamento del nomenclatore, non escludendo, a testimonianza dell’attenzione che l’Assessorato alla Salute riserva a questo tema così delicato, l’ipotesi di adottare specifici provvedimenti legislativi, anche nelle more dell’emanazione dei provvedimenti di competenza statale”.

AZIONI INNOVATIVE – Il vice presidente Mantovani nel suo intervento in Aula ha posto l’accento sulle iniziative portate avanti in modo sperimentale da Regione Lombardia “che vanno in decisa controtendenza rispetto al contesto nazionale sostanzialmente statico”.

CONTENUTI SUPERATI – “Senza dubbio – ha aggiunto l’assessore Mantovani – i contenuti del decreto ministeriale del ’99 che disciplinano il Nomenclatore Tariffario risultano oggi vetusti, sia nel processo di erogazione, sia per quanto riguarda i prodotti che sono oggi in continua evoluzione tecnologica”.

PERCORSO EVOLUTIVO – “Tutto ciò appare in netto contrasto con il percorso evolutivo posto in essere da Regione Lombardia fin dal 2008 con la costituzione di un gruppo di approfondimento tecnico GAT composto da esperti del settore. Questo con la principale finalità di semplificare e uniformare le prestazioni sull’intero territorio lombardo, riducendo gli adempimenti a carico degli assistiti o dei loro familiari a quanto strettamente necessario”. Il vice presidente di Regione Lombardia ha quindi ricordato la ‘Proposta di revisione e riorganizzazione dell’attività di prescrizione ed erogazione di presidi – ausili – protesi’ con la quale è stata tracciata una linea evolutiva a partire dal sistema in vigore.

SEMPLIFICAZIONI PER IL CITTADINO – Da qui l’avvio di una fase di sperimentazione che inizialmente ha coinvolto 4 ASL, poi estesa a tutte le 15 ASL lombarde nel 2010, attraverso l’implementazione del sistema informatico “ASSISTANT-RL”. “L’informatizzazione dell’intero processo – ha concluso Mario Mantovani – ha consentito, pertanto, di garantire prestazioni uniformate su tutto il territorio lombardo. Oggi, infatti, gli assistiti per l’ottenimento del dispositivo protesico prescritto, non devono più recarsi presso l’ASL di appartenenza, in quanto, la prescrizione, viene visualizzata on-line direttamente da chi deve effettuare la fornitura (ditta esterna o ASL a seconda della tipologia di dispositivo richiesto”.

 

Fonte: Lombardia Notizie

Share Button

Check Also

Dogana Italia Svizzera

Dogane chiuse di notte Drezzo, Bizzarone e Ronago a rischio chiusura serale

Dogane chiuse di notte? È una follia. Tuona così il Consigliere Segretario Daniela Maroni di …