Home / Archivio / Regione Lombardia, un bando per realizzare misure concrete di prevenzione e contrasto dei reati a danno degli anziani

Regione Lombardia, un bando per realizzare misure concrete di prevenzione e contrasto dei reati a danno degli anziani

Un’iniziativa utile e lodevole.  E’ stato emanato nei giorni scorsi il “Bando per la realizzazione di iniziative di prevenzione e contrasto dei reati in danno agli anziani (l.r. 9/2011 – d.g.r. 1734/2014)”.

Beneficiari sono gli enti locali, Comuni e Province, le Università nonché Associazioni, Organizzazioni di volontariato e Cooperative, categorie queste ultime che devono detenere specifiche competenze nella tutela degli anziani e/o della difesa dei cittadini dalla criminalità.

I progetti, da svilupparsi sul territorio regionale, riguardano:

• iniziative formative, informative e culturali rivolte alla cittadinanza e utili a prevenire e contrastare i reati che colpiscono la popolazione anziana, con particolare riferimento ai delitti contro il patrimonio mediante frode;

• l’assistenza di tipo materiale, con particolare riferimento all’accesso ai servizi sociali e territoriali, in favore della popolazione anziana vittima di reati;

• l’assistenza psicologica, cura e aiuto in favore della popolazione anziana vittima di reati.

Stanziamento complessivo: € 187.869,00.

Il contributo previsto per ogni progetto varia da un minimo di € 2.000,00 a un massimo di € 20.000,00. Tale contributo non potrà essere in ogni caso superiore all’80% del costo complessivo del progetto (IVA ed altri oneri inclusi).

Le macro aree delle spese ammissibili sono così classificate: personale; volontariato; servizi, beni e attrezzature; spese generali e altre spese connesse al progetto.

Per la presentazione della domanda è necessario compialre la modulistica appositamente predisposta. Per tutte le informazioni, cliccare qui, scorrere con il cursore fino in fondo, ed aprire gli allegati dedicati.
Le domande possono essere trasmesse con posta elettronica certificata (PEC), inviate mediante servizio postale o consegnate a mano presso il Protocollo Generale della Giunta Regionale della Lombardia o gli sportelli delle sedi territoriali regionali.

Le domande e la documentazione di corredo dovranno pervenire entro 45 giorni dalla data di pubblicazione del bando sul B.U.R.L (Bollettino Unico Regione Lombardia), avvenuta venerdì 16 maggio.

La valutazione delle proposte progettuali è svolta da una commissione tecnica composta da personale appartenente alla Giunta Regionale. La valutazione è effettuata entro 30 giorni dalla data di scadenza stabilita dal bando per la presentazione delle domande. In base alla posizione attribuita in graduatoria, i progetti saranno finanziati integralmente, nei limiti dello stanziamento regionale.

I progetti devono essere realizzati entro il mese di novembre 2014. Non sono ammesse proroghe.

Il contributo è erogato in una unica soluzione, a saldo, entro 60 giorni dalla presentazione della rendicontazione contabile e amministrativa, previa verifica delle spese sostenute e della correttezza complessiva della rendicontazione stessa.

Responsabile del procedimento è il Dirigente della Struttura Sicurezza Urbana e Immigrazione della Direzione Generale Sicurezza, Protezione Civile e Immigrazione.

Eventuali informazioni relative al bando e agli adempimenti ad esso connessi potranno essere richieste al seguente indirizzo di posta elettronica: polizialocale_osservatorio@regione.lombardia.it

 

Share Button

Check Also

Dogana Italia Svizzera

Dogane chiuse di notte Drezzo, Bizzarone e Ronago a rischio chiusura serale

Dogane chiuse di notte? È una follia. Tuona così il Consigliere Segretario Daniela Maroni di …