Home / Archivio / Regione Lombardia, concorso pubblico per lo svolgimento di 22 tirocini formativi e di orientamento destinati a neolaureati

Regione Lombardia, concorso pubblico per lo svolgimento di 22 tirocini formativi e di orientamento destinati a neolaureati

Il Consiglio regionale della Lombardia indice una selezione pubblica per lo svolgimento di 22 tirocini formativi e di orientamento destinati a neolaureati, finalizzati a promuovere l’acquisizione di conoscenze e di esperienze nell’ambito della pubblica amministrazione e, in particolare dell’attività della Regione.

Disposizioni generali
Lo svolgimento della selezione è regolato dalla legge regionale 26 novembre 2013, n. 16, dalla deliberazione dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale 16 aprile 2014, n. 113, nonché dal presente bando.
I progetti di tirocinio sono ripartiti nelle seguenti aree:

AREA ISTITUZIONALE
Ambito “Assistenza legislativa”, n° tirocini: 8
Ambito “Assistenza organi istituzionali”, n° tirocini: 4
Ambito “Ricerca documentale”, n° tirocini: 2
AREA COMUNICAZIONE
Ambito “Autorità indipendenti”, n° tirocini: 3
Ambito “Relazioni esterne”, n° tirocini: 3
AREA AMMINISTRATIVA E GESTIONALE
Ambito “Amministrativo e contabile”, n° tirocini: 2
Due tirocini sono riservati ai candidati in situazione di disabilità di cui all’art. 1 della legge 12 marzo 1999, n. 68.
I tirocini si svolgeranno presso la sede del Consiglio regionale in Milano – via F.Filzi, 22.
Due tirocini, nell’ambito “Assistenza organi istituzionali”, si svolgeranno presso la sede della Regione Lombardia a Bruxelles.
I tirocini hanno durata annuale e non sono rinnovabili.

Ai tirocinanti è assegnata dal Consiglio regionale una borsa di studio dell’importo corrispondente al 60% dello stipendio tabellare iniziale lordo del personale regionale appartenente alla categoria D, pari ad € 13.758,36 annui lordi, corrisposta in quote mensili.
Per i tirocini che si svolgono presso la sede di Bruxelles l’importo della borsa di studio è incrementato del 50% ed è pari a di € 20.637,54 annui lordi.
Non sono previsti rimborsi spese né alcun altro trattamento economico a qualsiasi titolo, oltre alla borsa di studio. Il tirocinio non comporta l’insorgere di un rapporto di lavoro con il Consiglio regionale e non dà luogo a trattamenti né a riconoscimenti ai fini previdenziali.
Le borse di studio non possono essere cumulate con altre borse di studio a qualsiasi titolo conferite. Lo svolgimento del tirocinio non è compatibile con la partecipazione a corsi di dottorato di ricerca con borsa, in Italia e all’estero, né con la titolarità di rapporti di lavoro subordinato.
Le specifiche dei singoli progetti, con l’indicazione dei contenuti del percorso formativo, del numero delle borse di studio previsto per ogni tirocinio, della sede di svolgimento e dei titoli di studio richiesti, sono riportati in allegato al presente bando (allegato 1).

Il Consiglio regionale garantisce pari opportunità tra uomini e donne.

Requisiti di partecipazione
I requisiti richiesti per l’ammissione alla selezione sono i seguenti:
a) laurea triennale o magistrale o diploma di laurea vecchio ordinamento conseguito da non
più di 36 mesi, nelle classi di laurea individuate dal progetto formativo (vedi allegato 1), con
una votazione non inferiore al 90% del punteggio massimo previsto per ciascun corso di
laurea;
b) età non superiore ai trenta anni;
c) cittadinanza italiana o di Stato aderente all’ Unione Europea.
Si considerano in possesso del requisito, secondo le condizioni ed i limiti stabiliti dalla legge,
anche i familiari dei cittadini di uno degli Stati membri dell’Unione Europea non aventi la
cittadinanza di uno Stato membro purché siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di
soggiorno permanente, nonché i cittadini di Paesi terzi che siano titolari del permesso di
soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato
ovvero dello status di protezione sussidiaria, purché con adeguata conoscenza della lingua
italiana da accertare durante la selezione;
d) godimento dei diritti civili e politici;
e) conoscenza della lingua inglese, con riferimento ai tirocini per i quali è espressamente
richiesta.
Tutti i suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine per la
presentazione delle domande.
Redazione delle domande e scadenza
La domanda di partecipazione deve essere redatta in carta semplice, utilizzando il modulo
prestampato allegato al presente bando (allegato A.2) di cui è parte integrante ed indirizzata al
Consiglio regionale della Lombardia – Ufficio Risorse Umane – via F. Filzi, 22 – 20124 Milano.
Il candidato indica nella domanda i tirocini alle cui selezioni intende iscriversi.
È possibile iscriversi ad un numero massimo di cinque tirocini, e comunque a non più di tre tirocini
per area.
L’eventuale redazione della domanda in carta libera dovrà essere effettuata riportando l’intero
contenuto del modulo.
Il bando e lo schema di domanda sono disponibili sul sito internet del Consiglio regionale della
Lombardia: www.consiglio.regione.lombardia.it e presso l’Ufficio Risorse Umane del Consiglio
regionale in via F. Filzi, 22 a Milano, all’interno del palazzo Pirelli.
Le domande devono pervenire al Consiglio regionale in uno dei seguenti modi:
1) presentate manualmente al Protocollo del Consiglio regionale della Lombardia – via G.B.
Pirelli, 12 – 20124 Milano. Il Protocollo del Consiglio regionale è aperto al pubblico per il
ricevimento delle domande dal lunedì al giovedì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore
14.00 alle ore 16.30 ed il venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00.
2) spedite tramite raccomandata con avviso di ricevimento al seguente indirizzo:
Consiglio regionale della Lombardia – Ufficio Risorse Umane, Via F. Filzi, 22 – 20124 Milano.
3) inviate tramite posta elettronica certificata (PEC) al seguente indirizzo:
protocollo.generale@pec.consiglio.regione.lombardia.it
I candidati che invieranno la domanda di ammissione a mezzo posta elettronica
certificata devono specificare nell’oggetto della mail di trasmissione il riferimento “Borse
di studio anno 2014”.

Per maggiori informazioni a riguardo, cliccare qui per visionare il testo integrale del bando.

Share Button

Check Also

Dogana Italia Svizzera

Dogane chiuse di notte Drezzo, Bizzarone e Ronago a rischio chiusura serale

Dogane chiuse di notte? È una follia. Tuona così il Consigliere Segretario Daniela Maroni di …