Home / Archivio / Proposta di legge al Parlamento per il contrasto alla ludopatia: più poteri ai Comuni, misure rigide

Proposta di legge al Parlamento per il contrasto alla ludopatia: più poteri ai Comuni, misure rigide

La Commissione Attività produttive ha approvato all’unanimità la Proposta di legge al Parlamento per il contrasto alla ludopatia e la razionalizzazione dei punti di rivendita di gioco pubblico.

Dopo la legge regionale sulla lotta e prevenzione del gioco d’azzardo patologico, il Consiglio lombardo è pronto per un ulteriore passo.

Attesa dal voto in Aula il prossimo martedì 15 aprile, la Proposta di Legge al Parlamento introduce sostanziali novità a livello normativo. Oltre all’obbligo per i gestori di esporre materiale informativo sulle patologie legate alla dipendenza da gioco elettronico, vengono irrigidite le misure per vietare il gioco ai minori, a partire dall’accesso stesso alle sale. E’ vietata la pubblicità in fasce orarie protette, sui mezzi pubblici, a meno di 500 metri dai luoghi sensibili e vengono vietati banner su applicazioni e siti Internet. La Proposta di legge chiede di inserire il “Gap” nei Livelli essenziali di Assistenza (Lea) e di istituire un Fondo per la prevenzione, cura e riabilitazione del gioco d’azzardo patologico. Sale anche il prelievo fiscale a carico dei concessionari “non inferiore al 27% del monte complessivo  delle entrate”. In base a quanto richiesto dai sindaci e da Anci, spetterà ai Comuni rilasciare l’autorizzazione per l’apertura di sale e l’installazione di videoterminali. Il testo sottolinea il ruolo dell’Agenzia delle dogane e dei monopòli per il contrasto al gioco illegale e alle infiltrazioni criminali e poi vincoli rigidi per la tracciabilità dei flussi finanziari legali al gioco.

Capitolo razionalizzazione: il rinnovo o la stipula di nuovi contratti di gestione di apparecchi per il gioco d’azzardo, successivamente alle entrata in vigore della presente legge, potrà avvenire solamente nelle sale da gioco. Via inoltre colori, disegni e suoni che stimolino la continuazione del gioco e il pagamento con carte di debito.

Con questo provvedimento vogliamo chiedere allo Stato di fare tutto ciò che è nelle sue competenze per arginare il fenomeno della ludopatia e del gioco d’azzardo patologico. A tal fine la Commissione intende incontrare i presidenti di Camera e Senato.

Share Button

Check Also

Dogana Italia Svizzera

Dogane chiuse di notte Drezzo, Bizzarone e Ronago a rischio chiusura serale

Dogane chiuse di notte? È una follia. Tuona così il Consigliere Segretario Daniela Maroni di …