Home / Archivio / Dote scuola 2014-15: investimenti importanti a sostegno delle famiglie, valorizzazione del merito

Dote scuola 2014-15: investimenti importanti a sostegno delle famiglie, valorizzazione del merito

I numeri si commentano da soli. 175 milioni di euro per l’istruzione e la formazione professionale, 10 milioni per l’acquisto di libri di testo e strumenti tecnologici, 30 milioni per la frequenza di scuola paritarie, oltre 24 milioni a favore delle diverse abilità, 7 milioni per la didattica digitale, 1 milione a copertura del merito. Sono questi gli stanziamenti per la Dote scuola 2014-15, strumento con cui Regione Lombardia si propone di sostenere le famiglie più bisognose e gli studenti più brillanti. L’istruzione è un diritto per tutti, tutti i lombardi devono avere l’opportunità di una formazione scolastica che consenta l’ingresso nel mondo del lavoro. Rispetto al passato, è stato introdotto il criterio di attribuzione basato sull’indicatore Isee, in Regione abbiamo deciso di aumentare il contributo per i nuclei con studenti alla scuola secondaria di primo e secondo grado, che hanno rette piu’ onerose anche perche’ non ricevono altri finanziamenti statali.

Sostegno, trasparenza, equità, merito, maggior attenzione per ricerca e innovazione. Un’iniziativa che si propone di dar forma a una Lombardia più istruita, competitiva e al passo con i tempi.

La chiusura del bando è stata prorogata al 30 maggio, ore 12,00 – data ultima inderogabile.

I contributi alle famiglie saranno calcolati sull’Indicatore della situazione economica equivalente (Isee) e destinati a famiglie che abbiano una situazione economica inferiore o uguale alla fascia di riferimento massima di 38 mila euro Isee (fino all’anno scorso la fascia massima era pari a 30 mila euro ma calcolando il solo reddito). Per Isee da 28mila a 38mila euro, i contributi saranno pari a 200 euro a famiglia all’anno per la scuola primaria, 1.000 euro per la secondaria di primo grado e 1.200 euro per la secondaria di secondo grado.

Il secondo punto della Dote è il contributo all’acquisto di libri di testo e dotazioni tecnologiche, che va a sostituire l’intervento denominato «Sostegno al reddito». Anche in questo caso è prevista l’erogazione del contributo secondo fasce di reddito Isee, per l’acquisto dei libri di testo e delle dotazioni tecnologiche per la didattica. Destinatari gli studenti delle medie e del primo biennio delle superiori statali, paritarie e dei percorsi di istruzione e formazione professionale triennali o quadriennali (IeFP). La Regione finanzia con 5 milioni di euro, che si sommano ad altri 5 milioni di risorse statali.

La «Dote IeFP», ultima musura del pacchetto, consente la frequenza gratuita ai percorsi di istruzione e formazione professionale nelle istituzioni formative accreditate dalla Regione. I contributi, come già sopra accennato, ammontano a 175 milioni. Da segnalare che per la prima volta vengono introdotti criteri di premialità fondati sulla valutazione di qualità, innovazione e inserimento lavorativo.

Per tutte le informazioni sul bando, e sulle modalità di presentazione delle domande, cliccare qui.

Share Button

Check Also

Dogana Italia Svizzera

Dogane chiuse di notte Drezzo, Bizzarone e Ronago a rischio chiusura serale

Dogane chiuse di notte? È una follia. Tuona così il Consigliere Segretario Daniela Maroni di …