Home / Archivio / Manovra 2014: vademecum per le piccole e medie imprese

Manovra 2014: vademecum per le piccole e medie imprese

E’ stato approvato il Patto di Stabilità, la manovra economica che caratterizzerà il 2014.

Tra i provvedimenti che vengono incontro alle imprese, rientrano la proroga delle detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica, il ripristino del credito d’imposta sulle accise per gli autotrasportatori e la riforma dell’Albo Nazionale dell’autotrasporto, la riduzione delle tariffe Inail, la sanatoria per le sanzioni e gli interessi connessi a errori effettuati nel versamento della seconda rata Imu del 2013.

Questi in sintesi i principali punti del Patto di Stabilità che influiranno sulle imprese.

FONDO TAGLIA CUNEO: nasce il fondo per la riduzione del cuneo fiscale, in uguale misura per imprese e lavoratori, alimentato dai risparmi della spending review non impegnati e dalle maggiori entrate della lotta all’evasione (escluse quelle derivanti dall’attivita’ di recupero degli enti territoriali). Nel fondo confluiranno anche le entrate derivanti da misure una tantum (ad esempio soldi recuperati da un eventuale rientro di capitali in Italia). Le detrazioni Irpef per i redditi da lavoro dipendente sono rideterminate e sono piu’ consistenti sotto i 28.000 euro.
SLITTA MINI-IMU: il pagamento della mini-Imu slitta dal 16 al 24 gennaio. Non sono previste sanzioni e interessi per errori nel pagamento della seconda rata, che doveva avvenire entro il 16 dicembre scorso.
WEB TAX LIGHT: eliminato l’obbligo della partita Iva italiana per le operazioni di commercio elettronico e confermato per gli acquisti di spazi pubblicitari on line e per il diritto d’autore.
PENSIONI: rivalutati al 95% gli assegni tra 1.500 e 2.000 euro.
CASA, STOP ALLA MINI TASI: salta il tetto dell’aliquota massima all’1 per mille della Tasi per l’abitazione principale. Resta di 500 milioni la dote degli sgravi alle famiglie. In caso di leasing immobiliare la Tasi e’ dovuta dal locatario. Ripristinato il Fondo per l’accesso al credito per l’acquisto della prima casa.
NIENTE IMU SUI FABBRICATI RURALI: esenzione per i fabbricati rurali a uso strumentale e riduzione del moltiplicatore sui terreni da 110 a 75.
ESODATI: 950 milioni nel periodo 2014-2020 per tutelare altri 17mila esodati. Le risorse arriveranno dall’aumento dei contributi dovuti dai lavoratori autonomi all’Inps.

TETTO CUMULO PENSIONI-REDDITO: tetto a 300mila euro per il cumulo tra pensioni e stipendi pubblici, vale anche per i vitalizi degli eletti.
CARTELLE EQUITALIA: corretta la sanatoria per le cartelle emesse fino al 31 ottobre 2013. Non si dovranno pagare gli interessi ma l’importo dovuto andra’ versato in un’unica soluzione entro il 28 febbraio.
STOP CONTANTI PER AFFITTI: gli affitti non potranno piu’ essere pagati in contanti.
QUOTE BANKITALIA: sulla rivalutazione delle quote (valore fissato in 7,5 miliardi) scatta l’imposta sostitutiva al 12%. Pagamento in 3 rate annuali. Gettito atteso 900 milioni.
REDDITO MINIMO: l’estensione su tutto il territorio della social card va intesa come sperimentazione di un programma per l’inclusione attiva.
BONUS BEBE’: rifinanziato il fondo per i nuovi nati con una dotazione di 22 milioni. Le risorse saranno destinate alle famiglie a basso reddito.
PIU’ CARA PAUSA CAFFE’: da gennaio sara’ possibile aumentare i prezzi delle bevande e degli alimenti ai distributori automatici in seguito all’incremento dell’Iva dal 4 al 10%.
CONTRATTI SOLIDARIETA’: per il 2014, viene destinato un massimo di 50 milioni di euro per aumentare del 10% l’ammontare ndel trattamento di integrazione salariale per i contratti di solidarieta’, che passa cosi’ dal 60% al 70%. Nasce un fondo per le politiche attive del lavoro a cui andranno 55 milioni nel triennio 2014-2016.
IMPRESE: prorogati di un anno gli incentivi alle imprese commerciali in crisi. Estesi agli impianti che entrano in esercizio nel 2013 quelli per l’energia fotovoltaica. Cinque milioni di euro per ciascuno degli anni 2014 e 2015 al sostegno delle imprese che si uniscono in Associazione temporanea di imprese (Ati), o Raggruppamento temporaneo di imprese (Rti).

ARCHIVIO UNICO PRA-MOTORIZZAZIONE: un unico archivio telematico nazionale in cui far confluire l’archivio del Pra e quello automobilistico.
FONDO PMI: tutti i proventi del contributo di solidarieta’ sui vitalizi degli eletti andranno al Fondo di garanzia per le pmi.
IMPOSTA BOLLO: cancellato il bollo fisso di 34,2 euro sulle comunicazioni finanziarie che riguardano azioni, Btp, fondi, polizze, conti di deposito per giacenze medie sotto i 17mila euro. Aumenta a 14mila euro il bollo di imposta per le imprese sui depositi titoli.
MOBILITA’ PER PARTECIPATE: arriva la mobilita’ per il personale delle societa’ controllate direttamente o indirettamente dalle pubbliche amministrazioni. Escluse le societa’ che emettono strumenti finanziari quotati.
‘CAPACITY PAYMENT’: il Mise, su proposta dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas, definira’ le condizioni e le modalita’ per un sistema di remunerazione di capacita’ produttiva in grado di fornire gli adeguati servizi di flessibilita’.

Share Button

Check Also

Dogana Italia Svizzera

Dogane chiuse di notte Drezzo, Bizzarone e Ronago a rischio chiusura serale

Dogane chiuse di notte? È una follia. Tuona così il Consigliere Segretario Daniela Maroni di …