Home / Archivio / Rinegoziazione mutui prima casa
Fondo per genitori separati

Rinegoziazione mutui prima casa

Quando si parla di ammortizzatori sociali, il riferimento è solitamente ai lavoratori dipendenti.   Ci dimentichiamo però di tutta un’ampia categoria, fatta di lavoratori autonomi, artigiani e commercianti che risulta  del tutto esclusa da questa possibilità.  Un’ampia categoria che non può contare su un reddito minimo,  e che di conseguenza per esempio non può  pagare le rate del mutuo.

E’ per questo che ho chiesto e ottenuto in Consiglio l’impegno di Regione Lombardia ad attivare gli strumenti di rinegoziazione del mutuo della prima casa, forzando il sistema  bancario in modo che tutti gli istituti di credito facciano fronte al periodo di crisi che non può essere considerato chiuso.  Regione Lombardia deve sollecitare le banche perché diventino un interlocutore intelligente ed elastico, che eviti di fossilizzarsi su soluzioni drastiche di disagio aggiuntivo, come il pignoramento.

La possibilità deve essere data indistintamente a chiunque non sia in grado di sostenere le rate,  appurata con certificazione la perdita del lavoro dell’azienda, del negozio, della propria attività.

Stiamo parlando di un bene primario della nostra società, frutto di anni di sacrifici, che non può e non deve essere merce di scambio per il debito maturato in quanto la difficoltà è vincolata a cause che devono essere considerate al di sopra di qualsiasi gestione individuale, e piuttosto ancorate ad una situazione economica di generale gravità.

Share Button

Check Also

Dogana Italia Svizzera

Dogane chiuse di notte Drezzo, Bizzarone e Ronago a rischio chiusura serale

Dogane chiuse di notte? È una follia. Tuona così il Consigliere Segretario Daniela Maroni di …