Home / Archivio / Urge una legge che difenda i marchi italiani
A difesa dei marchi italiani

Urge una legge che difenda i marchi italiani

Dopo la condivisione del testo di risoluzione per le imprese di media grandezza dove esistono probabili investitori per l’ acquisizione vorrei portare tutti ad una riflessione che obbliga politicamente ad un intervento.
Dalla nostra commissione deve uscire un documento di richiesta forte nei confronti della giunta perché si imponga con il parlamento per una legge urgente in merito agli investimenti Esteri che stanno svuotando il patrimonio di marchi italiani soprattutto nella moda e nell’agroalimentare. Stiamo assistendo a gruppi multinazionali che fuggono dall’ Italia per la chimica e la meccanica ma investono in questi due settori, perché nonostante il crollo dei consumi interni fanno segnare ottimi risultati nell’esportazione per l’ immagine e l’ eccellenza costruita nel tempo.
E’ notizia di pochi giorni fa che LORO PIANA per l’80% e’ diventato di proprietà del gruppo francese LVMH dopo BULGARI, FENDI, EMILIO PUCCI , ACQUA DI PARMA .
Sempre francese il gruppo di GUCCI, BOTTEGA VENETA , SERGIO ROSSI.
Agli Emirati Arabi fanno invece capo VALENTINO e licenza MISSONI.

Ancora più drammatica la lista dell’ alimentare:
LACTALIS francese : ha acquisito Parmalat, Galbani  Locatelli, Invernizzi Gruppi Spagnoli|: 25% riso Scotti , Star , Fiorucci salumi , Bertolli
Brasile: Rigamonti salumificio
Ancora francese anche la Orzo bimbo.
La lista e’ molto più lunga e spesso succede che dopo aver acquisto il know how, smantellano la produzione , delocalizzando dopo aver svuotato finanziariamente l’ azienda.
Questo perché non esiste in Italia una legge a  protezione , a differenza di molti altri paesi .
La nostra riflessione deve essere in merito al fatto che lo stato di crisi non ci porti a svendere le nostre aziende senza paletti ben precisi riguardanti la produzione sul territorio , la salvaguardia dei posti di lavori , la proprietà intellettuale.
Dobbiamo fare in modo che anche le trattative già pronosticate durante le audizioni siano vincolanti per gli aspetti importanti , la crisi non deve farci prendere delle decisioni giuste nell’ immediato ma che a lungo termine possano dimostrarsi devastanti.
Chiedo a tutti e soprattutto al Presidente di identificare congiuntamente alla commissione agricoltura lo strumento più adeguato e incisivo per impegnare la giunta verso il parlamento con una richiesta forte di Regione Lombardia sede delle migliori espressioni del Marchio Italiano.

Share Button

Check Also

Dogana Italia Svizzera

Dogane chiuse di notte Drezzo, Bizzarone e Ronago a rischio chiusura serale

Dogane chiuse di notte? È una follia. Tuona così il Consigliere Segretario Daniela Maroni di …